2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

12.5.11

YouTupolis

Il futuro di YouTube sarà come lo dipinge YouTupolis? In contemporanea a nuovi annunci e una serie di eventi senza precedenti (il trittico William&Kate/Woytila/BinLaden) è uscita una nuova webserie che tra scenografie espressioniste (rigorosamente digitali), un occhio a Metropolis, molto 1984 e voce fuoricampo da noir racconta di un ipotetico futuro in cui YouTube ha preso il controllo del pianeta. Il grande aggregatore sarebbe riuscito a diventare la multinazionale che controlla le vite di tutti offrendo un nuovo servizio: tutti quelli che che cominciano a trasmettere in streaming la loro vita 24 ore su 24 ore verranno pagati. Il pagamento varia in base al numero di view e, come si racconta nel primo episodio, l'iniziativa ha riscosso un immediato successo tra i disoccupati (vista la generosa offerta monetaria del portale) e a mano a mano ha conquistato tutti.
Anche la protagonista, la cui voce fuori campo racconta cosa sia accaduto, ha fatto parte del programma e dopo le dirette streaming è arrivata la possibilità di navigare la rete e fare tutto quel che si vuole tramite YouTube (come oggi piano piano sta accadendo con Facebook) e da lì Google ha cominciato a controllare di fatto il mondo reale.

"Hanno tutto, oggi tutto è di YouTube" si sente mentre si vede un rossetto con scritto sopra "Property of YouTube" e di sfondo un palazzo in cui un megaschermo manda immagini dai classici viral (c'è Star Wars Kid).
La serie è arrivata al secondo episodio soltanto ma già sembra promettente, specie per come non volendolo (è sicuramente stata scritta e girata qualche mese fa) riesce ad intercettare gli eventi più recenti e gli ultimi annunci del gigante del video.
Da poco infatti YouTube ha incrementato le sue possibilità di streaming allargando il bacino di utenti che possono usufruire di YouTube Live. E a beneficiarne sono stati subito i tre eventi sopraelencati, che per un raro caso si sono verificati ad un breve lasso di tempo l'uno dall'altro, mettendo alla prova server e bande della rete con dirette estenuanti.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.