2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

15.6.12

Biancaneve e il cacciatore (Snow White and the Huntsman, 2012)
di Rupert Sanders

PUBBLICATO SU 
Il secondo film su Biancaneve di quest'anno, come sanno anche le pietre, è di tono completamente opposto a quello in cui Julia Roberts interpreta la regina cattiva, sebbene direttore sempre da qualcuno che proviene dalla pubblicità. Qui è Charlize Theron a fare da matrigna/matrona/monarca, con sforzo e impegno decisamente maggiori della collega, e, per seguire il successo al botteghino (ma non esattamente anche di critiche) di Alice in Wonderland, tutto il film spinge sul piano del dark e fantasy. La sorpresa è che, a differenza di quanto accaduto con il film diretto da Tim Burton, qui la componente fantasy è fusa con quella favolistica con maggiore abilità e un pizzico più di audacia, con sommo beneficio della pellicola.

Biancaneve e il cacciatore fa il lavoro che le storie fanno in un'era in cui lo spettatore preferito da tutte le major è il nerd (che in maniera "politicamente corretta" oggi amiamo chiamare geek, noncuranti del fatto che quel termine indica qualcosa di un po' diverso): spiega e fornisce dettagli.
Alla favola di Biancaneve questo film aggiunge un prima e un dopo, mette in relazione i personaggi con maggiore dettaglio e colma qualsiasi vuoto narrativo (che faceva prima il cacciatore? Che motivazioni lo spingono? Da dove vengono i nani? Perchè stanno in mezzo alla foresta?), operazione che solitamente svilisce e depaupera qualsiasi storia, poichè leva mistero e magia, ma che in questo caso è ben bilanciato dal fatto che il mito di Biancaneve è interamente ripensato, trovando nelle pieghe di quell'intreccio lo spazio per le dinamiche fantasy con gran conoscenza del genere.

Andando a pescare un po' nelle asperità della favola dei Grimm (quelle rimaste fuori dal cartone Disney e dai successivi adattamenti) e cambiando il peso dei vari ruoli, a partire da quello del cacciatore, questa nuova versione è talmente qualcosa di altro da Biancaneve come la conosciamo, da essere a tutti gli effetti una storia e un film a sè, poteva anche non avere quel titolo e quei personaggi. E' una storia che ha poco a che vedere con la metafora madre/figlia e più con quella della predestinazione e la responsabilità individuale (come tipico del fantasy) e che soprattutto sceglie di lasciar interpretare i nani a sette attori britannici, quasi tutti di formazione teatrale, in uno sforzo d'originalità riuscito.

8 commenti:

coccinema ha detto...

sì ma ti è piaciuto? o no?


Gabriele Niola ha detto...

così e così
pensavo peggio!


Flavia ha detto...

Io ero prevenuta, però adesso devo dire che mi è sembrata un'occasione sprecata. Gli attori non male, a parte Charlize che è grandiosa, e l'ambientazione prende. Poi però diventa veramente lento, a me è sembrato che osi nei fatti veramente poco - a parte l'idea di base di rivisitare la storia classica.


Anonimo ha detto...

appro di Charlize...ma si ha qualche news di cui ci si possa fidare sull'accoglieza di Prometheus all'estero?

paolo


Anonimo ha detto...

appro di Charlize...ma si ha qualche news di cui ci si possa fidare sull'accoglieza di Prometheus all'estero?

paolo


Gabriele Niola ha detto...

Flavia: secondo e osa nella misura in cui fa dei richiamialla storia originali traslati nella dimensione del genere fantasy. Certo poi tutto questo non è Neil Jordan eh! Però l'avevo rispettata come scelta.

Paolo: badtaste è andato all'estero a vederlo. Grande cuore!


Anonimo ha detto...

e cosa dice badtaste-niola a riguardo? (l'unico di cui mi fido ormai in campo cinematografico.... superata da un pezzo la Mancuso, senza storia Boris Sollazzo).
vabbè, cliccherò il link.

grazissime

paolo


Gabriele Niola ha detto...

Non rimarrai deluso!


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.