2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

19.11.13

jOBS (id., 2013)
di Joshua Michael Stern

PUBBLICATO SU 
All'entusiasmo per la scelta dell'insospettabilmente somigliante Ashton Kutcher nel ruolo principale si è rapidamente passati alla delusione quando sono cominciate ad uscire le prime recensioni. E' dunque con l'aura del filmetto da poco che arriva in Italia Jobs, la prima biografia filmica del co-fondatore della Apple, e purtroppo le voci erano vere. Jobs è un film che pur non avendone l'apparenza somiglia molto alle produzioni per la televisione di una volta: innocuo, facile e celebrativo. 

C'è il consueto grado di "genio e sregolatezza" del caso nel film, Steve Jobs è ritratto come un uomo dotato di visioni folgoranti e dell'integrità e la determinazione necessarie a portarle in vita, ma anche un rabbioso ed esigente boss, che difficilmente si relaziona a chi non ha la forza di dare il massimo come fa lui. E' questa forse la parte migliore del ritratto, quella se non altro, minimamente complessa. Il resto sono molti montaggi musicali, molti raggi di sole che illuminano il bel volto e molto omettere. 

Esemplare la scena in cui strilla al telefono come un matto a Bill Gates dopo aver scoperto che la Microsoft aveva cominciato ad adottare un'interfaccia ad icone molto simile alla sua, però poi non viene specificato che nelle aule di tribunale è stato dimostrato che Jobs stesso l'aveva presa da qualcun altro. 

Negli ultimi anni stiamo vedendo molto cinema americano prendere di petto i nuovi grandi imprenditori o figure di rilievo dell'era informatica (da Zuckerberg e Assange) e non sempre con la complessità che una riflessione sul tempo moderno fatta attraverso le sue figure cardine meriterebbe. Jobs si posiziona come il capostipite dei film non riflessivi, che cavalca tutto quello che la propaganda santificatoria dell'uomo ha promosso senza cercare realmente di capire e scoprire, di usare la vita di un uomo tra i più importanti per l'evangelizzazione tecnologica per capire di più sui tempi che viviamo.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.