2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

23.5.15

The assassin (Nie yinniang, 2015)
di Hou Hsiao Hsien

FESTIVAL DI CANNES
CONCORSO

PUBBLICATO SU  
Prestato al wuxiapan Hou Hsiao Sien non si muove di un passo dalla sua poetica. Passato alle grandi immagini in costume e alle storie di doppiezza, scelte binarie e animi divisi in due (una spietata assassina torna nel luogo in cui è nata e deve decidere cosa essere nella vita), continua a scegliere la contemplazione rispetto all'azione. Non ci sono dubbi che la maniera in cui il regista cinese riesca ogni volta a guardare i suoi personaggi, spesso scegliendo un impossibile filtro (una tenda o delle piante che si frappongono tra lui e il soggetto) e sempre inquadrando un paesaggio come fosse l'abito dei personaggi che contiene, si sposi perfettamente con il genere in questione, è semmai l'atteggiamento contemplativo che sembra stridere.

A confronto con l'esigenza di mettere in piedi una trama d'azione rifiutando l'azione Hou Hsiao Hsien si trova incastrato in un confronto e in un discorso tra corpi che non si concretizza mai, se non per piccole promesse.
Le coreografie sono al minimo storico, sia per minutaggio che per complessità, così The assassin sembra asciugare il wuxiapan della sua leggerezza. Come un musical con numeri musicali limitati e poco curati, così la storia dell'assassina che torna alle sue origini viene svuotata della forma che le dà senso, costretta a camminare invece di galleggiare.

La speranza era che quel che il film cede in dinamismo, almeno fosse compensato in introspezione, purtroppo non sembra lo stesso il caso. La trama ha la consueta intricata complessità a cui i film in costume cinesi ci hanno abituato e di contro il semplicismo dei sentimenti in gioco non si trasforma mai in quella sfida estrema da western verso il raggiungimento della cristallizzazione dei valori. I personaggi non diventano mai interpreti di una parabola assoluta ma molto personale, come se in quel contesto fosse stato trasferito un altro tipo di film, uno che calza meno bene quell'abito.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.