29.4.07

Rashomon (id., 1950)
di Akira Kurosawa

Share |

E' sempre difficilissimo parlare di un film fondamentale come lo è Rashomon, opere indiscutibili sui quali è stato scritto e detto di tutto in tutti i modi.
L'incredibile cinema di Kurosawa compie il miracolo, anche più in là di I Sette Samurai e di Ran, più in là di tutto Rashomon non solo propone una struttura narrativa innovativa e destinata a diventare parte del cinema stesso, ma si concentra in una dimensione estetica che solo il racconto relega al margine e che invece è il cuore del film.
Il rapporto panico con la natura è il vero cuore del racconto nel racconto di Rashomon, i volti dei tre protagonisti sono continuamente velati dalle ombre della foresta (foto a destra), espediente per rendere l'afa con il bianco e nero mutuato da Marocco di von Sternberg, in più i forti rumori, gli insetti, la quiete e la primavera hanno un'importanza centrale in tutta la vicenda. E' la natura a scatenare l'ignoto ed insondabile accadimento.
Ma ancora anche le scene del racconto alla polizia (foto centrale) sotto un sole cocente e i racconti attorno al fuoco durante la pioggia (foto a sinistra). Rashomon si nutre di una dimensione estetica fortissima che attinge in primis alla natura.
Un film che riconcilia con tutto ciò che c'è nel cinema (anche con Ron Howard) e che riaccende il fuoco sacro dell'arte anche nel cuore più disilluso.

6 commenti:

Comante Eginetico ha detto...

bellissimo.

Anonimo ha detto...

"Un film che riconcilia con tutto ciò che c'è nel cinema (anche con Ron Howard)". Cosa intende signor GParker?

gparker ha detto...

Intendo dire che queste punte così alte del cinema fanno bene a tutto il mezzo, nel suo complesso. Creano benevolenza, interesse e attrazione verso il cinema in sè e quindi (paradossalmente) anche verso i suoi exploit peggiori, come a parer mio sono i film di Ron Howard.

Anonimo ha detto...

A parole tue, sei un genio.
Ciao signor GParker.

gparker ha detto...

beh, meglio di niente.

frankie666 ha detto...

Non è vero.
"Niente" non è male....