2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

3.2.08

Cognome e Nome: Lacombe Lucien (Lacombe Lucien, 1978)
di Louis Malle

Lontano dai consueti polar Malle utilizza la figura dello stupido di successo per parlare di uomini e di brutalità, cosa particolarmente facile considerando la cornice storica (l'epoca della dominazione nazista in Francia).
Benchè la fotografia punti al realismo, come del resto anche molte sequenze quasi documentaristiche di violenza sugli animali (violenza contadina e non da cacciatori, ma che comunque ha il suo impatto e la sua forza che non vanno trascurati), da bravo francese formatosi negli anni '50 e in attività dai '60 Malle riesce a non rinunciare mai al gusto estetico, anche se non c'è da giocare con luci e colori e anche se non c'è da stilizzare nulla.
Carrelli bellissimi (l'inizio in bicicletta), prospettive inusuali, inquadrature con gli oggetti a delimitare il bordo del visibile e a fungere quindi da mascherini e un uso espressionista della profondità di campo. Malle usa tutta la cassetta degli attrezzi "basic" di un regista povero per un film che invece ha aspirazioni ricche.
Aspirazioni che non coglie in pieno ma che lascia intuire e che non ha la superbia di inseguire a tutti i costi. In sostanza Cognome e nome: Lacombe Lucien, benchè portatore di figure che si prestano facilmente al didascalismo (lo scemo, il professore, i nazisti, i razzisti ecc. ecc.) si limita davvero a mostrare, trovando in questo un'insperata salvezza.
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.