2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

30.7.08

Batman potrebbe salvare gli IMax (se no ci prova il Panda)

Il Cavaliere Oscuro viene distribuito anche in una versione speciale per sale IMax, per la cui visione si paga di più. Dei 158 milioini di incasso del primo weekend americano del film 6,2 milioni sono venuti dai soli 94 schermi IMax, un'ottima media.

Infatti non tutti sanno che delle due ore e mezza di durata di Il Cavaliere Oscuro 30 minuti sono stati girati con macchine da presa IMax, cioè adatte alla proiezione sugli schermi giganti della catena di cinema king size.

E non tutti sanno (ma possono immaginare) nemmeno che la IMax non se la passa bene. Si tratta di una catena di cinema con schermi immensi come non ne avete mai visti (roba da 22 metri per 16 su cui si proietta pellicola a 70mm) che in Italia sta solo a Riccione e Taranto e che fino qualche anno fa erano gli unici a proiettare in 3D (ma più che altro ignobili documentari) mentre oggi sono gli unici a farlo ancora in pellicola.
Sono in sostanza un residuato tecnologico del passato, una cosa che era moderna quando cominciò negli anni '70 e che cerca disperatamente di rimanere moderna anche ora, un'idea stupefacente per ambizione (sono veramente grandi gli schermi li ho provati) ma ridicola per modello di business (necessitano di una struttura dedicata e non sono in franchise).

Allora il successo di Il Cavaliere Oscuro potrebbe dare alla catena la boccata di ossigeno di cui ha bisogno per completare il passaggio al digitale che sta operando e magari anche Kung Fu Panda che sarà sempre distribuito anche nella versione IMax (ma non godrà di scene fatte apposta per sfruttare lo schermo gigante).
Come ho già detto gli schermi IMax sono modernariato tecnologico ormai, tanto che dei 160 schermi che esistono nel Nord America solo 94 sono ritenuti adeguati alle loro proiezioni dagli studios di Hollywood e lo stesso vale per 60 sui 140 schermi che stanno nel resto del mondo. Il passaggio al digitale potrebbe abbattere molti dei loro costi (passando da più di 1 milione di dollari per installazione di tutta l'attrezzatura a 150.000 dollari) e rimetterli in pista, proprio quando il treno del 3D è finalmente pronto a partire.

L'obiettivo dichiarato ora dalla compagnia è 200 nuovi schermi in due anni di cui 40 in America e 10 nel resto del mondo per la fine dell'anno (vedi mai che venissero a Roma...).
Tutto per merito del successo di cui Il Cavaliere Oscuro sta godendo e che si riflette anche sui cinema IMax, ora di nuovo (ma chissà per quanto) fintamente al centro della modernità dell'esercizio cinematografico.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.