2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

10.5.18

Si Muore Tutti Democristiani (2018)
di Il Terzo Segreto di Satira

Come ci trovassimo di fronte ad un film d’autore in Si Muore Tutti Democristiani non c’è un intreccio propriamente detto ma un dubbio, una decisione da prendere che tiene i personaggi in scacco lungo tutta la storia e li costringe a confrontarsi con qualcosa con cui non si erano mai confrontati realmente. Enrico, Fabrizio e Stefano sono un collettivo di registi e scrittori (come Il Terzo Segreto di Satira, che ha diretto il film e l’ha scritto con Ugo Chiti) che realizzano progetti molto apprezzati ai festival, molto poco commerciali, molto marginali e che si mantiene con impieghi alternativi quali registi di film di matrimoni o che vive alle spese della famiglia della moglie/fidanzata o ancora che tira a campare.

A questi tre duri e puri viene prospettata la possibilità di un ottimo lavoro ben pagato, molto in linea con le loro idee e il loro stile, per una ONG che però si trova a sorpresa al centro di uno scandalo. Cosa fare? Seguire il proprio interesse facendosi forza del fatto che al momento ci sono solo accuse e non sentenze, o tenere fede a tutto quello che si è stati e si vuole essere non prendendo il lavoro e rinunciando ai soldi?
Il “democristiani” del titolo a questo fa riferimento, al cerchiobottismo e alla maniera politica di fare sempre e comunque il proprio interesse in ogni situazione invece di tener fede ad un ideale.

Non c’è molta satira nel primo film di Il Terzo Segreto di Satira, di certo meno di quella vista nei video con cui sono emersi su YouTube o nelle clip realizzate per trasmissioni televisive, Si Muore Tutti Democristiani a stento si può definire una commedia, è più un film malinconico con un interrogativo semplice alla sua base, una dialettica tra coerenza e convenienza che esiste da sempre.

È davvero interessante come il film declini questo tema eterno nei nostri anni e forse non a caso le parti più caratterizzate temporalmente (come un bellissimo flashback all’epoca del G8 di Genova) sono quelle che funzionano di più, quelle cioè in cui la tensione tra la convenienza e l’idealismo sbandierato sembrano messi realmente alla prova. Purtroppo a fronte di intenzioni impeccabili non tutte le parti di Si Muore Tutti Democristiani funzionano alla stessa maniera ed il film risulta inevitabilmente blando, eccessivamente leggero visto il peso dell’interrogativo e non sufficientemente audace nell’andare a fondo. Non ha mai puntato sulla messa in scena Il Terzo Segreto di Satira ha sempre preferito usarla al meglio per valorizzare la scrittura, ma qui sembra che proprio quella sia così timorosa da danneggiare il film.
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.